Progetto

Da sempre ho un forte legame con la splendida Tunisia. In particolare, dopo la Rivoluzione della Primavera araba mi sta a cuore sostenere questo Paese nel suo difficile e faticoso percorso verso la democrazia.

Ammiro la ferrea volontà, la sagacia, l’intransigenza e la forza delle donne tunisine; sono convinta che siano le colonne della società, un perno importante da sostenere attivamente.

Fortunate coincidenze mi portano ad incontrare piccole imprenditrici tunisine; donne intelligenti e coraggiose. Assieme alle loro collaboratrici producono articoli artigianali, tradizionali di altissima qualità: gioielli, articoli in cuoio, ricami, oggetti in rame argentato e cosmesi naturale.

Ne sono entusiasta! La mia decisione è presa: compero i prodotti, li importo da noi, li vendo in esclusiva Svizzera a VOI. Così sosteniamo la piccola imprenditoria femminile locale!

Ma non è tutto! L’intero ricavato lo riporto in Tunisia. Finanzio dei progetti mirati per la formazione professionale di ragazze di A.I.D. (ad es. il diploma di pasticcere a 20 donne nel quartiere più povero di Tunisi, Ettadhamen). AID è un’Associazione, apolitica e aconfessionale (Sito, pagina facebook) che vanta un’esperienza ventennale soprattutto in ciò che concerne i diritti delle donne e dei bambini.

Il mio sogno si è avverato: è diventato realtà! Il mio progetto assume la forma di un cerchio. In un flusso armonioso di energie e di impegno scorre la positività costruttiva prima dalla, e poi verso la Tunisia. La perfetta geometria del cerchio non si spezzerà mai finché VOI tutte lo sosterrete.

Con il nostro Progetto aiutiamo intere famiglie a rimanere nel loro Paese e risparmiamo loro un’umiliante emigrazione senza speranze.